Comunità Terapeutica

La Comunità Terapeutica è un grande gruppo di auto-aiuto permanente, in cui i componenti interagiscono in ogni momento, ventiquattro ore su ventiquattro a partire da una serie di regole comuni fondamentali: niente droga o alcol, niente violenza, impegno a partecipare a tutte le attività

comunitarie. L’ambiente terapeutico si compone da molteplici fattori quali: il numero dei residenti, la loro esperienza, la loro età, l’estrazione sociale, il grado di cultura, l’organizzazione, le regole, i valori etici, la divisione del lavoro e le funzioni lavorative e sociali, gli strumenti terapeutici, gli stimoli educativi, il numero e la qualità degli operatori ed educatori.

L’ospite intraprende qui il proprio processo che gli consentirà di sviluppare la consapevolezza di sé dal punto di vista

emozionale, mentale e spirituale attraverso l’interazione con i propri pari. Il percorso del residente è integrato da un intervento di Terapia Familiare Parallela dove ospiti e familiari partecipano a periodici incontri, all’interno dei quali si chiarisce il passato relazionale, si condivide il presente e si imposta una nuova relazione per il futuro.

Il completamento di tale intervento si sostanzia attraverso le verifiche esterne, che il residente incomincia a fare nella fase conclusiva del percorso comunitario, presso la propria famiglia. Il termine del percorso comunitario è sancito da un’opportuna valutazione del gruppo dei pari e dell’équipe di riferimento.

Si è ammessi nella Comunità Terapeutica solitamente dopo aver svolto il percorso in Accoglienza, su valutazione dell’équipe e su richiesta della persona; direttamente in situazioni particolari dopo una serie di colloqui e valutazioni che attestino la motivazione dell’ospite.

Si accede attraverso una specifica intervista, che sancisce l’adesione volontaria al contratto di aiuto-aiuto proposto dalla Comunità. All’interno di questo momento vengono verificate le motivazioni che hanno condotto l’ospite in Comunità. Da questo momento in poi, il nuovo residente partecipa da protagonista al proprio processo terapeutico-educativo.Tutte le attività terapeutiche e gestionali della comunità sono svolte coinvolgendo direttamente i residenti.

Tempo medio di permanenza: 12/14 mesi.

I servizi offerti: si erogano servizi strettamente legati al percorso terapeutico-rieducativo.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome. & GeekyCube.